Materassi per barche e yacht: come scegliere quelli giusti 

L’estate porta con sé il desiderio di rimettere in moto la propria barca, lasciata ormeggiata in un porto sicuro durante la stagione fredda. Con essa, arriva anche il desiderio di migliorarne comfort ed estetica; tra gli elementi imprescindibili? I materassi per barche e yacht, soluzioni su misura che si differenziano da quelli tradizionali per tipologie di materiale, resistenza all’umidità e altri dettagli come la portabilità. Scopriamo insieme come sceglierli e abbinarli.

Materassi per barche e yacht: perché non usare quelli classici

Navigare con stile non significa solo possedere un’imbarcazione luxury, ma soprattutto godersi ogni aspetto del viaggio, compreso un riposo rigenerante, cullati dalle onde del mare. Ma perché non bastano i materassi tradizionali

Prima di tutto, è essenziale capire le differenze tra quelli destinati alle abitazioni e quelli creati specificatamente per le imbarcazioni. I primi sono progettati per ambienti asciutti e ben ventilati, non hanno limiti di misure così restrittivi e non devono essere spostati frequentemente.

Quando si tratta invece di cabine, spesso il tasso di umidità è più alto e gli ambienti sono decisamente più piccoli e difficili da arieggiare. condizioni di umidità e spazi ristretti. Se dovessimo identificare le principali differenze, quindi, sarebbero la predilezione di materiali antiumidità e con trattamenti antimuffa, di dimensioni compatte e facili da spostare.

Quali caratteristiche devono avere i materassi da barche e yacht

Dobbiamo sicuramente prendere in esame alcune caratteristiche quando ci si approccia all’acquisto di un materasso da imbarcazione. Partiamo dalla base: i materiali. Devono sicuramente essere confortevoli, robusti e resistenti ma soprattutto si distinguono per la capacità di gestire al meglio i tassi di umidità. 

Vengono impiegate lattice e schiume ad alta resistenza, alcune delle quali sono lavorate per offrire un supporto memory o sagomato estremamente confortevole nonostante lo spessore ridotto. Ne esistono poi altamente performanti, persino con un sistema di termoregolazione, per evitare un surriscaldamento del corpo durante le serate più calde. 

A differenza dei materassi standard, quelli progettati per l’uso in barche e yacht frequentemente richiedono dimensioni personalizzate per adattarsi agli spazi unici e spesso irregolari delle cabine. È possibile personalizzarli per misura e forma, curvandolo o creando un design ad angolo per adattarsi perfettamente agli interni. Si tratta di un plus da non sottovalutare, soprattutto considerando quanto sono compatte le cabine, evidenziando quindi l’importanza di ottimizzare gli spazi a disposizione. 

Non trascurate la portabilità, cioè la facilità di spostare i materassi: sappiamo che questo viene visto come un evento non frequente ma comunque deve essere fatto periodicamente per pulizie profonde, arieggiare e igienizzare. Prodotti più leggeri, magari arrotolabili o con maniglie, migliorano e facilitano il trasporto. 

Ultimo, ma forse il più importante, è la scelta di soluzioni capaci di resistere all’umidità: la barca, anche quando non viene utilizzata, è ormeggiata in porto e quindi la accumula nel tempo. Per evitare di dover buttare e sostituire repentinamente i materassi, suggeriamo di prediligere soluzioni top di gamma e ad hoc così da durare negli anni, migliorando le performance grazie a trattamenti impermeabili o rivestimenti che respingono l’umidità. 

Optando per queste tipologie di materassi, prendendo in esame tutte le caratteristiche citate, vi darà modo di arredare le vostre cabine con stile, comfort e funzionalità, ottenendo un ottimo riposo senza rinunciare alla qualità e facendo un investimento durevole nel tempo. 

Se stai cercando una soluzione che unisca stile e funzionalità, senza rinunciare al comfort, contattaci.